Un bambino diventato Papa

Tra le centinaia i migliaia italiani che lasciarono la loro terra per cercare lavoro in Argentina c’era anche Mario Bergoglio, il padre del futuro Papa. Il giovane iniziò a lavorare come ferroviere e poi incontrò una ragazza, Regina Maria Sivori, anch’essa di origini piemontesi. Il primo dei loro bambini fu proprio Jorge, nato il 17 dicembre 1936. Tredici anni dopo arrivarono Oscar, Marta e Alberto. Jorge era quindi il fratello maggiore. Da bambino Jorge, la sera dopo cena, giocava a briscola con il padre e ascoltava alla radio le partite pallacanestro oppure l’opera lirica, la passione del papà. E la domenica andavano allo stadio per tifare la squadra del San Lorenzo. Mentre era ancora alle medie, il papà volle che cominciasse a lavorare. Jorge faceva le pulizie nella fabbrica di calzini dove il padre era contabile. E alle superiori, poiché si era iscritto a un Istituto chimico, al mattino lavorava in un laboratorio di analisi e al pomeriggio frequentava le lezioni. Papa Francesco nella sua infanzia era legatissimo a nonna Rosa. Adorava i suoi racconti dell’ Italia e imparo anche il dialetto piemontese. In occasione di un viaggio in Italia nel 2005, tornò a Portacomaro per andare a conoscere i suoi parenti italiani. E prima di lasciare quel paese in mezzo alle colline, volle portare con sé una manciata alla sua terra.

Fulvia Degl’Innocenti, Il Papa raccontato ai ragazzi, Ed. Paoline.

 

 

 

About Alice Affusto